Nel 1810 George Gordon Byron
attraversò a nuoto i Dardanelli
per sentirsi parte di due continenti,
di due culture, per bagnarsi in acque
che erano state e sono ancora un
crocevia di rotte, lingue, esiti umani.
Noi pensiamo agli archivi come a
quelle acque.